Giornate FAI di Primavera: apre a Verona la Torre di San Zeno

Giornate FAI di Primavera il 21 e 22 marzo: in tutta Italia si aprono al pubblico siti d’arte o paesaggistici normalmente chiusi al pubblico. Come ogni anno anche a Verona il FAI, beneficiando dell’aiuto volontario di guide, storici dell’arte o altri professionisti della cultura, permetterà l’apertura di luoghi e opere d’arte poco conosciute, un’opportunità per veronesi e turisti di riscoprire alcuni i gioielli nascosti della città.

giornate fai di primavera torre San ZenoQuest’anno per le Giornate FAI di Primavera sarà visitabile la Torre abbaziale di San Zeno che, di solito inaccessibile, sorveglia la chiesa romanica sul suo lato sinistro, e lo splendido affresco che vi è custodito. La torre era il luogo dove soggiornavano gli imperatori tedeschi che si avventuravano a calare fin ai margini della pianura padana e l’affresco ritrae appunto una scena dove il popolo in corteo omaggia un sovrano, forse Federico II o forse, a giudizio di alcuni una interpretazione dell’incontro tra re Salomone e la regina di Saba.

Per Giornate Fai di Primavera diversi volontari esperti e competenti faranno da guida ai visitatori che vorranno usufruirne, non solo all’interno della torre, ma anche nel bellissimo Chiostro di San Zeno, nella vicina San Procolo e a San Zenetto. Nelle vicinanze inoltre il Papà del Gnoco in persona guiderà i visitatori all’interno di Porta San Zeno.

Per chiunque sia interessato a partecipare sarà sufficiente recarsi davanti alla Basilica di San Zeno,  alla chiesa di San Zenetto o a Porta San Zeno tra le ore 10.00 e le 16.00 per entrare nei luoghi magici meno conosciuti della nostra città. Le visite sono ad offerta libera e il ricavato andrà ad incrementare raccolta fondi a tutela del patrimonio promossa dal FAI.

Anche la provincia di Verona potrà mostrare alcuni dei suoi gioielli meno conosciuti grazie alle Giornate FAI di Primavera: La splendida chiesa romanica di San Salvaro a San Pietro di Legnago, ad esempio, oppure a Sommacampagna, dove oltre al FAI sarà presente anche l’associazione “Amici della Bicicletta” per una passeggiata o una biciclettata che includerà  la bella Villa Venier, Ca’ Zenobia  e la pieve di Sant’Andrea.

 

Comments are closed