Verona e le sue piazze: la splendida Piazza Erbe

A Verona la vita pulsante della citta anima la smagliante Piazza Erbe.

la splendida piazza erbe di verona

Piazza Erbe

Piazza Erbe, cuore vero di Verona, svolge da piu di duemila anni il ruolo di catalizzatrice di tutte le attivita cittadine: antico foro romano, piazza Erbe era il punto di incontro delle due strade principali tipiche delle citta’ romane, il cardo che correva in direzione est-ovest e il decumano in direzione sud-nord, ed era il fulcro della vita pubblica e privata della citta’.

In Piazza Erbe, ora come allora gli abitanti – e oggi anche i turisti, si incontrano per gli scambi commerciali, essendo la piazza da sempre anche sede di mercato, oppure nelle occasioni pubbliche o per le feste religiose e giochi di piazza, ma soprattutto per l’immancabile “spritz”, il colorato aperitivo diventato ormai un’abitudine quotidiana.

Il colpo d’occhio e’ entusiasmante: la forma oblunga della piazza dominata dalla trecentesca torre dei Lamberti, lo splendido pavimento del tolomeo, in tipico marmo rosa di Verona, reso lucido dallo “struscio”, gli affreschi colorati delle case Mazzanti che fronteggiano la Domus Mercatorum, con le sue merlature.

E poi Madonna Verona con la fontana ai suoi piedi e, dall’alto della sua colonna, il Leone di S. Marco, simbolo della dominazione veneziana, che sorveglia lo svolgersi della vita quotidiana ammiccando a Berto Barbarani, pensoso dall’altro lato di Piazza Erbe.

Splendido cuore della vita cittadina, un tempo la piazza ospitava un mercato di frutta e verdura che oggi si e’ trasformato in un tripudio di colorate bancarelle a tutto vantaggio dei numerosi turisti che affollano i bar e i ristoranti adiacenti.

In alcune occasioni la piazza viene pero’ sgombrata rivelando un volto nuovo ed affascinante, come d’inverno, quando i marmi rosa brillano nella nebbia o alla luce degli addobbi natalizi oppure allegro e giocoso, come in occasione del “Tocati’”, festival internazionale dei giochi di strada.

 

Comments are closed