Verona e le sue piazze: Piazza Bra

In Piazza Bra Verona dà il benvenuto ai visitatori e li invita a conoscere la città.

Se Piazza Erbe è il cuore della vita di Verona, Piazza Bra è il meraviglioso salone d’ingresso dove la città accoglie  il visitatore.

Piazza Bra con l'Arena, Gran Guardia, PalazzoBarbieri e il Liston

Piazza Bra

Piazza Bra inizia a prendere la sua forma con l’allargamento delle mura che avvenne tra il 1000 e il 1200: la città romana non si estendeva fino a qui e l’Arena, il principale monumento della piazza attuale, si trovava al di fuori delle mura cittadine e nei pressi passavano anche alcuni rami secondari dell’Adige, in seguito interrati o deviati.

L’allargamento delle mura formò alcune zone comprese tra le mura vecchie e quelle nuove chiamate, dal longobardo,  braide. La braida dove si trovava l’odierna piazza – che perciò è chiamata Piazza Bra, era inizialmente molto vasta, ma con la crescita delle contrade andò pian piano riducendosi alla forma attuale.

I  Portoni della Bra: già nella prima cinta muraria si apriva una porta detta della braida, dove ora si trovano le due arcate degli attuali Portoni di Piazza Bra, costruiti probabilmente per sostenere il passaggio coperto tra la Cittadella e il Castelvecchio, all’incirca tra il XV e il XVI secolo.

La Gran Guardia: i lavori per la costruzione di questo edificio in Piazza Bra iniziarono nel 1610 in seguito alla richiesta da parte del rettore di Verona di costruire un luogo in cui passare in rivista le truppe nei giorni  di pioggia, ma dopo 4 anni furono sospesi per mancanza di fondi e il palazzo rimase incompleto per i due secoli successivi, quando sotto gli Austriaci i lavori riprendono. L’edificio arriva alla forma attuale solo nella prima metà dell 1800 e funge da quartier generale dell’esercito. Nel secolo successivo il palazzo si è prestato a molti usi diversi: saloni di ritrovo, esposizioni, mostre conferenze, università popolare, congressi, ecc. non più però a quello per cui fu progettato.

Palazzo Barbieri: in Piazza Bra il palazzo, ora sede municipale, sorge sul sito di una preesistente chiesa di S.Agnese e di due annessi ospedali demoliti all’inizio del 1800, ed ebbe una lunga gestazione. Per il suo uso il palazzo fu inizialmente chiamato della Gran Guardia Nuova, ma con il passaggio di Verona al regno d’Italia vi si trasportò la sede municipale che si mantiene tuttora.

Il Liston: un largo marciapiede in marmo rosa di Verona su cui si affacciano palazzi storici porticati, costruiti con vicende alterne dal 1400 circa in poi, invita allo “struscio” da Piazza Bra verso la commerciale Via Mazzini.

Comments are closed