Verona e il suo fiume: L’ Adige attraversa la città.

L’ Adige: il fiume che attraversa Verona.

 

La sorgente dell'Adige

La sorgente dell’Adige

Nasce nell’Alta Val Venosta,  l’ Adige, presso i confini con la Svizzera e l’Austria come piccolo rigagnolo e si getta nel laghetto di Resia. Serpeggia cristallino tra le vette alpine e alimentato da vari torrenti scende fino a Merano, lambisce Bolzano e ricevendo alcuni affluenti scende nella valle che porta il suo nome, passando da Trento e Rovereto, tra il monte Baldo e i Monti Lessini e attraversa la Chiusa di Rivoli per sboccare nella pianura dove rallenta un po’ il suo corso e formando ampie curve arriva a Verona, lambendo ancora le prealpi.

L'Adige a Verona

L’Adige a Verona

Passata la città scaligera il paesaggio cambia totalmente: tra argini poderosi il fiume solca la pianura fino a sfociare sotto la laguna di Venezia, tra il delta del Po e quello del Brenta.

In 410 chilometri l’ Adige, secondo fiume d’Italia per lunghezza dopo il Po,  da un’altezza di circa 1500 metri sul colle di Resia arriva al mare.

Verona nasce nell’abbraccio di due anse dell’ Adige, che un tempo qui si divideva in rami minori, protetta e nutrita dal fiume, ma anche spesso violentata dalle numerose piene. In passato il livello della città era di circa due metri inferiore all’attuale e le piene del fiume portavano in città una quantità di fango e detriti che non sempre l’uomo riusciva a ripulire, contribuendo così all’innalzarsi del livello della città.

Nel corso degli ultimi secoli tutti i rami secondari del fiume furono deviati o interrati e i suoi argini fortificati. Dighe e canali regolano ora la portata dell’ Adige a monte di Verona e, nonostante il carattere torrentizio dell’ Adige e la sua vicinanza alle montagne facciano sì che la sua portata possa variare anche di molto, la città è ora mantenuta in totale sicurezza.

Che scorra lento e verde passando in basso sotto i ponti, o tumultuoso e veloce lambisca limaccioso e pieno di detriti i bordi degli argini nei giorni di piena, l’ Adige è parte viva e attiva della vita cittadina senza la quale Verona non sarebbe Verona.

Comments are closed